Analisi Grafologiche

ANALISI GRAFOLOGICA E DI ORIENTAMENTO SCOLASTICO
della grafia di Tom***** (Dott.ssa Cristiana Dallari)

Va premesso che alcune considerazioni che verranno espresse costituiscono una fotografia del momento attuale che inevitabilmente varierà con la grande rapidità che caratterizza l’epoca della vita che il ragazzo sta vivendo, altre riguardano invece aspetti del temperamento di base che, pur modificandosi, manterranno delle costanti anche in seguito.
E’ un ragazzo che risente molto dell’influenza dell’ambiente esterno: la sua sensibilità, con cui recepisce gli stimoli più sfumati della realtà, può renderlo vulnerabile e facile ad essere ferito più di quanto possa accadere ad altri. Anche perché e’ piuttosto orgoglioso e ha un elevato senso di sé e della propria dignità, per cui reagisce chiudendosi ad osservazioni rivoltegli in modo non appropriato.
Tende ad interiorizzare molto le emozioni, ruminando a lungo le esperienze, e facendo d’altra parte fatica a condividere ed ad esternare ad altri i propri pensieri e le proprie sensazioni.
Sentendosi incompreso o in difficoltà potrebbe tendere ad isolarsi. L’emotività spiccata che lo caratterizza lo porta a ingigantire le cose e a percepirle come più difficili, minacciose o irrisolvibili di quanto non siano in realtà.
Poiché è incline a contenersi molto, fatica a trovare uno sfogo, verbale o comportamentale, alle proprie dinamiche interiori e può arrivare a sentirsi molto compresso e bloccato nell’espansione di sé. Questo aumenta il senso di frustrazione e lo rende irritabile e insofferente.
Accumula così notevole tensione, che lo porta a trovare rifugio nell’immaginazione, rischiando di nuovo una eccessiva introversione.
E’ portato a fare molti progetti che poi però non arriva a realizzare: la dimensione fantastica, più protettiva e più esente da rischi, assorbe anche le energie che potrebbe spendere con soddisfazione nella concretezza delle esperienze.
L’introspezione aumenta inoltre la preoccupazione di non riuscire a dominare la situazione interna ed esterna: si convince di non essere in grado di risolvere, con immediatezza e secondo i propri desideri i bisogni, le situazioni ed i problemi.
L’ansia e la compressione che prova lo rendono ipercritico ed incerto nel procedere, ostacolando l’espressione e la realizzazione spontanea delle sue naturali tendenze.
In sostanza, di fronte alle situazioni si presenta spesso insicuro, inibito e paralizzato nell’agire dall’incapacità di scegliere tra le molte valutazioni contrastanti che affiorano alla sua mente e dal continuo confronto con l’ideale troppo elevato che ha di sé. Continua…


ANALISI GRAFOLOGICA DI ORIENTAMENTO SVOLTA SULLA GRAFIA DI UNO STUDENTE DEL 4° ANNO DELL’I.T.C. “R. LUXEMBOURG” DI BOLOGNA (Dott.ssa Alessandra Cervellati)

Il giovane sta frequentando con esiti molto positivi il quarto anno dell’Istituto Tecnico Commerciale ad indirizzo economico. Ammette di essere piuttosto incerto, una volta conseguito il diploma, fra proiettarsi nel mondo del lavoro-senza per altro sapere verso quale ambito rivolgere la sua ricerca- oppure continuare gli studi. Al momento propende maggiormente per la prima ipotesi perchè teme che i percorsi universitari siano troppo impegnativi dal punto di vista del carico di lavoro.
L’indagine grafologica di orientamento è stata svolta su due saggi grafici (una “brutta” e una “bella”copia), elaborati (temi) dei due anni precedenti, il test della figura umana, test dell’albero, l’uomo sotto la pioggia. Continua…